LA PIETRA DI BISMANTOVA
di Aldo Innocenti

Questo itinerario, a differenza dei miei precedenti, non fa parte delle Alpi Apuane bensì dell’Appennino Reggiano e tratta di una meraviglia della natura, una montagna veramente unica e particolare come ce ne sono poche al mondo: la Pietra di Bismantova, talmente meravigliosa che se uno non la conoscesse e non ci fosse mai andato dovrà provvedere quanto prima.

La Pietra di Bismantova è situata vicino alla cittadina di Castelnuovo ne’ Monti, Appennino reggiano, raggiungibile da Reggio Emilia (seguendo una volta usciti dalla A1 le indicazioni per La Spezia  - Passo del Cerreto) tramite la SS 63 oppure, per chi provenga dall’Alta Toscana attraverso il Passo del Cerreto e per chi provenga dalla Garfagnana attraverso il Passo di Pradarena.

La “Pietra” è una montagna dalla forma caratteristica, unica, vecchia di 30 milioni di anni, formatasi da un’eruzione geologica originata da spinte orogenetiche e poi modificata e modellata dagli agenti atmosferici: è alta 1.077 m. ed ha un alto contenuto di quarzo, pietre verdi e fossili; era molto conosciuta anche nei tempi antichi e il sommo poeta Dante (cui è intitolata la  grande piazza situata alla base della grande parete) la cita nella Divina Commedia Canto IV versetti 25/27 del Purgatorio: “Vassi in Sanleo e discendesi in Noli, montasi su in Bismantova ‘n cacume con esso i pie’ ; ma qui convien ch’om voli”.

Da Piazza Dante, dove va lasciata l’auto e dove si ha l’immagine più bella, si sale una scalinata che ci conduce alla base della parete, dove è situato l’eremo di San Benedetto: da qui parte l’itinerario principale per la vetta.Si va a sinistra seguendo il segnavia bianco-rosso, passando accanto al rifugio Kreuz e in circa 45 minuti si arriva in cima: il pianoro sommitale ha un’estensione di 12 ettari e vi si alternano ampie praterie a boschetti si carpini e noccioli; il panorama è incredibile e lo sguardo va dal Cimone a tutte le cime dell’Appennino tosco-emiliano fino all’Alpe di Succiso e al Monte Ventasso e alla pianura padana. Dopo aver parlato del sentiero escursionistico accessibile a tutti è doveroso affermare che la Pietra di Bismantova è la palestra di roccia (gestita dal CAI di Reggio Emilia) più frequentata dell’Emilia Romagna con oltre cinquanta vie aperte:io voglio però parlare della via ferrata che vi è stata tracciata: ”La ferrata degli Alpini”,che ho già percorso per due volte. Per arrivarvi, quando siamo all’eremo, bisogna andare a destra seguendo le indicazioni: il tragitto è breve, circa 15 minuti; dapprima incontriamo una cresta che, una volta superata, ci porta dentro una specie di grotta che discendiamo fino a trovare un sentiero che costeggia la parete..........

( continua )

 

Il nostro consiglio:

Camping Le Fonti via S. Lucia n. 1 42036 Cervarezza Terme tel 0522/890126 www.campinglefonti.com

Clicca sulle immagini per ingrandirle


La prima immagine della Pietra di Bismantova



Altra immagine della Pietra di Bismantova



La Pietra di Bismantova dal lato sud



La grande parete della Pietra di Bismantova

L'Eremo che si trova alla base della Pietra
di Bismantova

 

 

 


 | Home | Copyright | Webmaster |