LE NEWS DI URSEA
 


L'Ursea sul Gran Sasso d'Italia:
 11, 12 e 13 luglio 2019 2' parte


 

Nel luglio scorso, nei giorni 11,12,e 13, con Massimo, Antonio Arzente e Lorena siamo stati sul Gran Sasso e poi sul Monte Camicia.
Siamo arrivati in auto a Campo Imperatore, altopiano bellissimo, racchiuso tra alte montagne: in particolare la zona a nord con cime che
non scendono mai al disotto dei 2000 m..  A Campo Imperatore si trova, oltre all’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo e l’arrivo della Funivia
 del Gran Sasso che parte da Fonte Cerretto sopra Assergi , il famoso Albergone, di colore rosso, dove fu confinato Mussolini dopo l'8
 settembre e da qui fu prelevato dalle SS con un blitz che ha fatto storia. in quanto i tedeschi riuscirono ad atterrare e poi ripartire con due aerei in
 uno spazio veramente piccolo. Tornando a  noi, una volta arrivati, per facile sentiero siamo saliti al Rifugio Duca degli Abruzzi ( 2388 m s.l.m. )
 in circa 30 minuti. Dopo aver cenato e pernottato, la mattina siamo partiti per la vetta del Corno Grande ( 2912 m. s.l.m.).Abbiamo fatto
 la cosi detta Direttissima, una bella via di salita in gran parte incassata tra rocce e massi con alcuni passaggi di 1° e 2° grado. Infatti, dopo una
prima parte di salita su sentiero facile, per agevolare l’ascesa di Lorena ed Antonio mi sono legato con loro mentre Massimo li aiutava. Una volta in cima ,
dopo le foto di rito, siamo tornati al Rifugio scendendo dal versante sud ovest e, dopo aver mangiato, siamo scesi di nuovo a Campo Imperatore
 dove abbiamo alloggiato all’Ostello “ Lo Zio”, ricavato nei locali del vecchio arrivo della Funivia del Gran Sasso e dove è stato allestito un museo con
vecchi cimeli inerenti la funivie e gli sport invernali. La mattina successiva, con un breve spostamento in auto, abbiamo raggiunto  Fonte Vetica e , da qui, siamo
 saliti al Monte Camicia, la cui cima è alta 2564 m. s.l.m. Una bella montagna che si raggiunge in circa 2 ore di cammino per facile sentiero.
Salendo il panorama si apre ed, oltre ad apprezzare la bellezza e la grandezza di Campo Imperatore, lo sguardo arriva da una parte fino alla Maiella ed al
Velino Sirente e dall’altra fino alla costa del Mare Adriatico. In complesso un’uscita remunerativa sia da un punto
 di vista alpinistico sia dal punto di vista culturale / panoramico.
Foto e narrazione di Roberto Biagini    

 



Massimo e Lorena 1




Roberto, Massimo e Lorena




Massimo e Lorena 2




Roberto 1


Lorena




Roberto 2




Roberto 3




Massimo e Lorena 3




Roberto 4




Salita nella nebbia




Roberto, Massimo e Lorena




Roberto e Lorena 1




Roberto e Lorena 2




Roberto 5




Segnale CAI




Massimo e Roberto




Lorena, Massimo, uno scalatore incontrato sul posto e Roberto




I quattro con altri scalatori incontrati sulla vetta




Lorena, Antonio Arzente, Roberto e Massimo




Roberto sulla vetta




Uno scalatore, Antonio Arzente e Roberto




Indicazione




Altra indicazione




Segnavia




Roberto sui resti di un nevaio


Indicazione di sentieri alla Sella del Brecciaio




Sella di Monte Aquila




Veduta del Rifugio al ritorno




Ostello "Lo Zio" a Campo Imperatore





La Statua di Linneo, naturalista svedese il cui nome vero era Carl von Line', si trova a Capostrada, frazione situata a nord di Pistoia.
 Eretta per volonta' di Niccolo' Puccini, era collocata in origine all’interno del giardino di Villa Puccini: e' composta dalla statua di Linneo
 posta alla sommita' di una colonna in pietra dotata di basamento. Questa statua ha dato il nome anche alla localita' dove e' posta:
Legno Rosso.
 Infatti, la statua in argilla, al tramonto del sole si colora ancora piu' di rosso: per cui i Pistoiesi la indicavano come Linneo rosso, per cui passare
a Legno Rosso, per deformazione, il passo e' stato breve.









 

 

 




 

 
By URSEA 2020