Pulicciano

Chiesa di Santa Maria

Pulicciano e’ un paese del Mugello, situato vicino a Ronta, nei pressi della Via Faentina (SR 302), nel Comune di Borgo San Lorenzo: vi sorgeva un potente castello della famiglia Ubaldini. Qui nel 1303 avvenne una cruenta battaglia fra le fazioni guelfe dei Bianchi e dei Neri di Firenze: i fuoriusciti fiorentini (tra i quali anche Dante, che, pero’, sembra non abbia preso parte alla battaglia) si unirono ai Bianchi e assalirono il castello di Pulicciano, avamposto fiorentino. In soccorso dei castellani giunse Fulcieri da Calboli, che sconfisse gli assedianti salvando cosi’ Pulicciano e, soprattutto, Firenze. I prigionieri furono giustiziati su ordine di Fulcieri e per questo motivo Dante nel canto XIV del Purgatorio lo critica aspramente, contrapponendogli la lealta’ dello zio, Ranieri da Calboli. Questo episodio e’ ricordato su una lapide murata sulla facciata della chiesa di Santa Maria, sorta nel punto piu’ alto del poggio di Pulicciano, proprio dove si trovava il castello: restaurato e modificato piu’ volte, il sacro edificio e’ composto di un’unica navata coperta a capriate, col presbiterio rialzato e separato dall’aula da una balaustra in pietra. La lunetta che si trova sopra il portale risale al 1927 ed e’ opera della Manifattura Chini: e’ in maiolica policroma e raffigura la Madonna Assunta con, alle sue spalle, l’antica chiesa e il castello di Pulicciano.

 

Lunetta del portale