Palaia

Porta Fiorentina

Palaia e’ un antico borgo della Valdera, situato sopra un colle a dominare la tutta l’area circostante: d’origine assai antica, e’ stata abitata dagli Etruschi e dai Romani. E’ citata per la prima volta in un documento del 936: e’ noto in tutta la Toscana il detto Peggio Palaia, originatisi nel 1435 quando il paese fu distrutto dalle truppe guidate da Niccolo’ Piccinino. Molti sono gli edifici di rilevante importanza, prima tra tutti la Pieve di S. Martino, situata appena fuori della cerchia di mura, in stile romanico, costruita in mattoni eccetto che per la facciata, dove il cotto e’ alternato alla pietra. Altri edifici da citare sono: la chiesa di S. Andrea, la chiesa di S. Maria, la Torre dell’Orologio, la Porta Fiorentina, la Fonte dei Fonchioni.

Pieve di San Martino
Torre dell’Orologio

Tempio di Minerva Medica

Nei pressi di Montefoscoli, Comune di Palaia, Provincia di Pisa, in localita’ Torricchio si trova una particolare costruzione eretta fra il 1821 e il 1823: e’ il Tempio di Minerva Medica. A volere questo edificio, dedicato alla Dea della Medicina e della Sapienza, fu Andrea Vacca’ Berlinghieri per celebrare la memoria del padre Francesco: entrambi furono illustri medici dell’Universita’ di Pisa che, attraverso le opere scritte e i nuovi metodi operativi da loro ideati, seppero gettare le basi della medicina moderna. Il tempio e’ opera dell’architetto Rodolfo Castinelli e costituisce la fedele ricostruzione di un tempio antico, con gradinata in pietra e porticato con otto colonne ioniche: immerso in un bosco di lecci, emana un fascino particolare, dovuto soprattutto alla forma inconsueta.

Montefoscoli

Chiesa di Santa Maria Assunta

Montefoscoli e’ una frazione del comune di Palaia, provincia di Pisa. Il paese e’ disposto su una collina di forma allungata: nella parte piu’ alta si trova la chiesa parrocchiale dedicata a S. Maria Assunta. A Montefoscoli si trova un interessante Museo della Civilta’ Contadina. Con il Medioevo Montefoscoli conosce il suo periodo di massimo splendore quando la contessa Matilde di Canossa fa dono al suo scudiero Foscolo Scarpetta (da cui discese la casata nobile pisana dei Griffi) di diversi luoghi, tra cui il castello di Montefoscoli; ancora oggi la via che attraversa il borgo e’ dedicata a Foscolo Scarpetta. Probabilmente anche il nome del paese deriva da Foscolo Scarpetta: Montefoscoli sarebbe, quindi, il monte di Foscolo. A Montefoscoli e’ nato il famoso tenore Mario Filippeschi