Montalcino

Montalcino dalla Fortezza

Montalcino si trova su un colle a 567 m. s.l.m. su una dorsale esterna della Val d’Orcia ed e’ noto in tutto il mondo per il suo vino: il Brunello, primo vino italiano ad avere ottenuto la D.O.C.G. (denominazione di origine controllata e garantita). E’ arroccato su un colle sul quale campeggia l’imponente Fortezza trecentesca. Nel dedalo dei vicoli, tra botteghe artigiane, piccoli caffe’ e rivendite di prodotti alimentari tipici, da vedere sono il Palazzo Comunale, il Palazzo Vescovile che ospita i Musei Riuniti, l’antico Crocefisso di Sant’Antimo e le chiese di Sant’Agostino, Sant’Egidio e San Francesco, tutte costruite tra il XIII e il XIV secolo, oltre al Santuario della Madonna del Soccorso. Montalcino e’ famosa nel mondo per il suo vino, il celeberrimo Brunello, nato dall’ingegno di Ferruccio Biondi Santi che invece di miscelare le uve bianche e rosse per creare il vino, scommise sulla vinificazione in purezza, affidandosi al solo Sangiovese.

Fortezza
Palazzo Comunale

San Gimignano

Piazza della Cisterna

San Gimignano domina tutta la Val d’Elsa: e’ uno splendido esempio di citta’ medioevale rimasta intatta nel suo assetto urbanistico e deve le sue fortune turistiche alle numerosi torri che ancora la adornano; per la sua particolarita’ e’ stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanita’ dall’Unesco. Il borgo, racchiuso nelle mura duecentesche, si struttura su due assi che si intersecano a croce: da est a ovest lungo l’asse che va dal Poggio della Torre al Poggio di Montestaffoli, da nord a sud lungo l’asse che va da Porta San Giovanni a Porta San Matteo dove transitava anche la Via Francigena. Numerosi sono i monumenti da vedere: in Piazza della Cisterna, con al centro la Cisterna costruita nel 1287, si affacciano il Palazzo Razzi, la Casa Salvestrini, il Palazzo Tortoli, il Palazzo dei Cortesi con l’alta torre detta del Diavolo, le torri gemelle degli Ardinghelli (potente famiglia di mercanti) e la torre del palazzo Pellari. Da questa piazza si accede in Piazza del Duomo, sulla quale si trovano il Palazzo del Potesta’, con la possente torre detta la Rognosa, le due torri Salvucci e la Collegiata intitolata a Santa Maria Assunta.

Duomo
Palazzo del Popolo e Torre Grossa
Torre del Diavolo

Bagno Vignoni

La grande vasca

Bagno Vignoni e’ un piccolo borgo della Val d’Orcia che ha una caratteristica unica: la piazza centrale non e’ quella che comunemente si intende con questo termine bensi’ una grande vasca termale d’acqua calda, dove, fino a qualche anno fa, era possibile anche immergersi, cosa che ora, dopo la costruzione dello stabilimento termale, non e’ piu’ possibile fare. Bagno Vignoni e’ conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo come rinomata localita’ termale ed e’ posta nel comprensorio del Parco Artistico e Culturale della Val d’Orcia: la grande vasca rettangolare, dove si bagnarono Santa Caterina da Siena e Lorenzo il Magnifico, costituisce sicuramente un grande richiamo turistico. L’atmosfera che emana dalla vasca e’ unica: nei freddi giorni d’inverno i vapori tiepidi che emanano dall’acqua avvolgono tutta la piazza di nebbia; e’ questa atmosfera che ha mostrato il regista Andrei Tarkovsky nel suo celebre film Nostalghia.

Cascata dei Mulini
Loggiato di S. Caterina e chiesa
Altra immagine della grande vasca