Villetta San Romano

Chiesa dei Santi Giuseppe e Pantaleone

Villetta San Romano e’ un paese dell’Alta Garfagnana, Comune di San Romano: la sua storia e’ recente in quanto in passato era solo una piccola frazione, prima del castello di Bacciano e poi del castello di Sambuca. Del castello di Bacciano, noto ora come Castellaccio, restano solo pochi ruderi: eppure questo e’ stato uno dei primo castelli collocati sul fondovalle, nei pressi del fiume Serchio, a controllo del territorio e del traffico lungo il fiume. Un tempo Bacciano era unito alla riva orografica destra del Serchio tramite un antico ponte: di questo restano solo i ruderi del pilone sulla sponda destra. La chiesa parrocchiale e’ dedicata ai Santi Giuseppe e Pantaleone: solo a meta’ dell’Ottocento e’ divenuta autonoma essendo fino ad allora dipendente dell’antica pieve di S. Pantaleone a Sambuca. C’e’ un manufatto, pero’, che rende Villetta San Romano assai nota: infatti, nei suoi pressi, si trova il Ponte Ferroviario in muratura piu’ alto d’Europa, costruita sulla Linea ferroviaria Lucca – Aulla per scavalcare il fiume Serchio e collegare le due frazioni di Villetta, riva orografica sinistra, e Poggio, riva orografica destra. Bombardato dagli aerei alleati non rovino’: furono, invece, i tedeschi a minarlo e a farlo crollare a meta’ aprile del 1945; fu subito ricostruito alla fine della guerra.

Piteccio

Monumento e Viadotto Ferroviario

Piteccio si trova lungo l’antica strada che da Pistoia sale verso il Valico della Collina e la pianura emiliana: il paese e’ nato e si e’ sviluppato lungo il corso del torrente Ombrone, che in questa zona e’ abbondante d’acqua in tutte le stagioni dell’anno. Questo ha fatto si che nel corso dei secoli si siano sviluppate lungo le sponde del torrente industrie che sfruttassero la forza dell’acqua, come le ferriere e la cartiera. Da Piteccio transita la Linea Ferroviaria Porrettana: subito a monte del paese si trova un importante viadotto, che nel corso della Seconda Guerra Mondiale e’ stato piu’ volte bombardato. Nel corso del bombardamento effettuato dagli Alleati il 26 aprila 1944 morirono 36 abitanti.

Chiesa di Santa Maria