Saltocchio

Chiesa di Sant’Andrea

Saltocchio e’ una frazione del Comune di Lucca e si trova nei pressi del fiume Serchio, fra i paesi di Marlia e Ponte a Moriano. Vi s’incontra la chiesa parrocchiale di Sant’Andrea, gia’ censita nel 758, ma che si presenta oggi nelle forme dovute alla ricostruzione avvenuta fra il 1760 e il 1800. Conserva una tavola attribuita a Gherardo delle Catene, pittore modenese che opero’ a Lucca alla meta’ del Cinquecento. Nei pressi della chiesa si trova il Parco delle Rimembranze, con il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale: in questa guerra morirono ben ventisette giovani uomini di questo piccolo paese.

Monumento ai Caduti

Filecchio

Chiesa di Santa Maria Assunta

Da Barga, transitando per l’antica Pieve di Loppia, con una bella mulattiera selciata si raggiunge Filecchio, paese adagiato su un ampio altipiano coltivato a foraggere e cereali nella valle del torrente Ania. Vi s’incontra una comunita’ fondamentalmente agricola, nota per la sua annuale “Sagra di polenta e Uccelli”, che si svolge all’inizio di settembre. La chiesa di Filecchio in passato dipendeva da quella di Loppia. Da Filecchio transita la Via del Volto Santo: essa costituisce una delle direttrici del pellegrinaggio cristiano. Alternativa alla Via Francigena, questa Via scendeva dalla Lunigiana attraverso il Passo di Tea, dove importanti scavi hanno permesso di ritrovare i resti di un antico spedale, entrava in Garfagnana e poi nella Media Valle del Serchio: Barga, Loppia, Filecchio, ecc. fino a Lucca. L’obiettivo era per tutti simile: raggiungere Lucca per partecipare alla processione del Volto Santo che si svolge da mille anni a Lucca il 13 settembre.

Vinchiana

Chiesa del Sacro Cuore

Vinchiana, piccola frazione del Comune di Lucca, posizionata al km. 34 delle Strada Statale dell’Abetone e del Brennero, e’ la porta d’acceso alla Brancoleria. Quest’ultima e’ una valle perpendicolare al Serchio ed e’ situata sul fianco orografico sinistro di questo fiume: comprende diverse frazioni e chiese, alcune delle quali veramente pregevoli, come la Pieve di San Lorenzo in Corte, la Pieve di San Giorgio e la chiesa di S. Maria a Piazza. Il nome di Vinchiana e’ venuto alla ribalta della cronaca a causa del nubifragio che si e’ abbattuto in Lucchesia il 20 novembre 2000: infatti, a Vinchiana, la prima frazione che si incontra quando si lascia la Strada Statale, a causa di una grossa frana sono morte cinque persone. La chiesa parrocchiale, che dipende dalla chiesa di San Giusto di Brancoli, e’ dedicata al Sacro Cuore di Gesu’ ed e’ stata

Diga sul torrente Vinchiana

costruita fra il 1950 e il 1952. Subito a valle del paese, a sbarrare il passo al torrente Vinchiana, si trova la Diga di Vinchiana: e’ stata costruita tra il marzo 1951 e il settembre 1952 dalla S.A.L.T Valdarno ed e’ di proprieta’ dell’ENEL; alimenta la centrale di Vinchiana.

 

Il fiume Serchio nei pressi di Vinchiana