L’URSEA IN CASENTINO (Eremo di Camaldoli, Campaldino, Villa La Mausolea e Poppi) 12 maggio 2022
Foto di Aldo Innocenti

EREMO DI CAMALDOLI
Il Sacro Eremo di Camaldoli si trova a 1.103 m. s.l.m. nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Fu la prima sede dell’Ordine monastico costituito nel 1023 da San Romualdo, che qui costrui’ cinque celle e un piccolo oratorio: e’ uno dei maggiori luoghi di spiritualita’ d’Italia, racchiuso entro la monumentale foresta d’abeti, che i monaci hanno curato e gestito per secoli. La tradizione racconta che il territorio di Camaldoli fu donato dal Conte Maldolo di Arezzo a San Romualdo (da qui il nome di Ca’ Maldoli), che, monaco nell’abbazia di Sant’Apollinare in Classe a Ravenna, era alla ricerca di un luogo dove riproporre l’originaria chiamata dei fedeli alla radicale fedelta’ al Vangelo. Aldo Innocenti

 CAMPALDINO
Il nome di Campaldino e’ legato a Dante Alighieri e alla battaglia che vi si combatté l’11 giugno 1289 fra fiorentini ed aretini, alla quale egli prese parte come feditore a cavallo nelle truppe di Firenze. Questa localita’ corrisponde alla zona pianeggiante che s’incontra prima di raggiungere Ponte a Poppi, provenendo dal Valico della Consuma oppure da Pratovecchio e Stia, e s’estende ai piedi del borgo di Poppi. Ad indicare il luogo della battaglia nel 1921 e’ stata posta una Stele, eretta su disegno d’Agenore Socini: in stile rinascimentale, porta sopra il capitello ionico una targa con gli stemmi dei comuni di Firenze ed Arezzo e reca incise sul piedistallo le seguenti iscrizioni
Corridor vidi per la terra vostra / O aretin e vidi gir gualdane (Inferno, cap. XXII, vv .4 – 5)
e sul lato destro  L’Esercito d’Italia / in Santa Croce di Firenze / inchinava le gloriose bandiere /5 dinanzi all’effige del Divino Poeta / e qui  campo funestato da guerre fraterne / simboleggiava in questa colonna / la forza della armi nazionali / per la tutela del diritto italiano
e sul retro  Secentenario Dantesco MCCCXXI – MCMXXI.
Aldo Innocenti

VILLA LA MAUSOLEA
La Villa La Mausolea, si trova nei pressi di Soci, in Casentino: con l’annessa Fattoria, è un’antica proprietà dell’Eremo di Camaldoli. Fu costruita intorno agli anni 1492 – 1494, distrutta alla metà del Seicento, fu ricostruita nel 1682.  All’epoca la maggior parte dei terreni e delle case posti lungo il torrente Archiano erano di proprietà dei monaci camaldolesi, che ricavavano, e lo fanno ancora oggi, da essi i prodotti agricoli necessari per l’Eremo e il Monastero, che, collocati in montagna, non ne avevano la possibilità
. Aldo Innocenti

 POPPI

Badia di San Fedele

Oratorio della Madonna del Morbo

Monumento ai Caduti

Portici

Veduta dalla cima della Torre del Castello

Veduta panoramica