Foce di Petrosciana

Foce di Petrosciana si trova nelle Alpi Apuane a 960 m. s.l.m.: si tratta di un valico importante, situato fra il Monte Croce e il Monte Forato. Questo e’ stato nel passato il piu’ importante valico tra l’Alta Versilia e la Garfagnana. Da qui sarebbe dovuta transitare la carrozzabile Stazzema – Fornovolasco, della quale e’ stato costruito un solo tratto oltre Stazzema.

Mauro e Paolo a Foce di Petrosciana
Aldo a Foce di Petrosciana

 

 

 

 

 

Dalla piazza di Fornovolasco (quota 480) attraversiamo il caratteristico ponte

Fornovolasco

che scavalca la Turrite di Gallicano: ci dirigiamo, quindi, nella parte nord del paese per andare a seguire il sentiero CAI n. 6 che inizia a salire costeggiando alcuni orti. In questo tratto i sentieri 6 e 12 coincidono. Giunti ad attraversare la strada che mette in comunicazione Fornovolasco con la Grotta del Vento abbandoniamo il sentiero 12, che si dirige verso Casa di Monte, e seguiamo il 6 che si inoltra a sinistra nel bosco: in pochi minuti giungiamo di fronte all’ingresso della Tana che urla (quota 600, 15 minuti dalla partenza) prima grotta delle Apuane ad essere stata esplorata nel lontano 1704 dalla scienziato Vallisneri. Proseguiamo il cammino (attenzione, sulla destra si trova una piccola sorgente) e

Sorgente della Turrite di Gallicano

in poco tempo giungiamo al bivio delle Casette (quota 610, 20 minuti dalla partenza): qui dobbiamo andare ancora a sinistra per giungere nei pressi della sorgente della Turrite di Gallicano (quota 662, 30 minuti dalla partenza). L’acqua sgorga dalla montagna attraverso una condotta: ne esce una quantita’ impressionante a grande velocita’; e’ possibile andare ad osservare il fenomeno da vicino scendendo nel greto del torrente attraverso un breve sentiero a scalette. Ritornati sul sentiero in pochi minuti di cammino giungiamo nei pressi dei ruderi della Pievaccia o Chiesaccia (quota 670, 40 minuti dalla partenza) che si trova sull’altro lato della Turrite: precisamente sul fianco orografico destro mentre tutto il nostro percorso si snoda sul fianco orografico

Ruderi della Pievaccia

sinistro. Attraversando il torrente si possono andare ad osservare i pochi resti di quello che un tempo era un grande ospizio nato sull’antica via di collegamento che univa la Valle della Turrite, quindi la Garfagnana, con l’Alta Versilia attraverso il Valico di Foce di Petrosciana: l’alluvione del 1996 ha ulteriormente degradato quel poco che era rimasto in piedi. Riprendiamo il sentiero ed il percorso, che fino ad ora si era snodato in falsopiano, inizia decisamente a salire e ci porta con una erta salita al valico di Foce di Petrosciana (quota 960, 1 h. e 30 minuti dalla partenza), un tempo il piu’ frequentato passo tra la Versilia e la Garfagnana perche’ posta sull’antica strada di collegamento fra queste due zone.