Sorgente dell’Acqua Borra

Casolare e ex area della sorgente

La Sorgente dell’Acqua Borra si trova, o meglio si trovava, nei pressi di Monteaperti, Comune di Castelnuovo Berardenga, localita’ dove nel 1260 avvenne la famosa battaglia fra Senesi e Fiorentini, che fece dire a Dante nella Divina Commedia che il fiume Arbia si tinse di rosso tanto fu il sangue versato (…Lo strazio e ’l grande scempio che fece l’Arbia colorata in rosso). L’Acqua Borra e’ a forte concentrazione salino – ferruginosa, con temperatura di 36 – 37°C e portata di 1 l/sec. Il contenuto salino e pari a 12,81 g/l ed é costituito prevalentemente da cloruro di sodio. La sorgente era nota fin dall’antichita’ tanto da essere gia’ citata nel 1290: scaturiva da una parete di travertino e formava una vasca naturale nella quale si sono immersi per secoli le persone che trovavano sollievo ai loro mali. Nel 2000 la zona fu acquisita dal Comune di Castelnuovo Berardenga, che nel 2005 vi ha inaugurato un Parco Termale, sostituendo la vasca naturale con una piscina in muratura. Purtroppo, pero’, la notte del 6 maggio 2008 un giovane di Arezzo vi e’ deceduto mentre stava facendo il bagno: allora il Comune ha pensato bene di cancellare questa antica sorgente ricoprendo il tutto con pietrisco: cosi’ l’Acqua Borra non esiste piu’. Che desolazione!

Torrente Malena