Montiano

Veduta panoramica

Montiano e’ una frazione del comune di Magliano in Toscana, in Maremma: e’ situata a nord – ovest del capoluogo comunale, dal quale dista circa dieci km. La localita’ sorge sulla vetta di un poggio: a breve distanza dal paese si trovano i ruderi del castello di Montiano Vecchio, insediamento fortificato che sorse tra la fine dell’XII e gli inizi del XIII secolo sotto il controllo della famiglia Aldobrandeschi. L’edifico civile piu’ importante e’ la Torre dell’Orologio, di origini medievali e ristrutturata in epoca moderna assieme all’attiguo edificio. Due sono le chiese presenti a Montiano: la chiesa di San Giovanni Battista e la chiesa di San Giuseppe. Restano ancora resti della cinta muraria costruita durante il periodo medioevale. $

Antella e Villa Peruzzi

Pieve di Santa Maria

Antella e’ un grosso borgo che si trova nel Comune di Bagno a Ripoli: vi s’incontra l’antica Pieve di Santa Maria, gia’ detta Santa Maria Incinula. La chiesa e’ ricordata per la prima volta in un documento del 1040, ma la sua fondazione e’ certamente d’epoca anteriore. Il territorio del plebato ad essa sottoposto era attraversato dalla medioevale Via Aretina e dalla via Cassia Adrianea: la pieve si trova proprio sul tracciato che si staccava dalla strada romana e conduceva verso Montisoni e San Donato in Collina. Nella piazza dove si trova la pieve, Piazza Ubaldino Peruzzi, si trova il busto di Ubaldino Peruzzi, famoso uomo politico fiorentino dell’Ottocento e membro della nobile famiglia fiorentina dei Peruzzi, nonche’ proprietario della Villa Peruzzi, altra meta di questo itinerario.
A poca distanza dall’Antella, si trova l’antica Villa Peruzzi con la sua torre, oggi trasformata in un Country Hotel. Villa La Torre era conosciuta anche come Villa Peruzzi o Torre del Figna, dai nomi delle famiglie che la possedettero. Fu proprieta’ dei Peruzzi fino al 1901 quando mori’ Emilia, moglie d’Ubaldino Peruzzi, l’ultimo proprietario di quella famiglia, illustre uomo politico fiorentino, fautore del Risorgimento italiano, oltre che sindaco di Firenze.

Villa Peruzzi

Impruneta

Basilica di Santa Maria

Impruneta (il toponimo deriva da in prunetis, luogo tra i pruni) conobbe il vero sviluppo a partire dal Medioevo, quando fu feudo della famiglia Buondelmonti. Il nucleo urbanistico crebbe attorno alla Basilica di S. Maria, la cui leggendaria fondazione e’ stata tramandata attraverso i secoli. L’immagine della Madonna dell’Impruneta e’ assai venerata anche nella citta’ di Firenze. A Impruneta si svolge la famosa Fiera di S. Luca, le cui origini si perdono nei secoli: si effettua il 18 ottobre giorno in cui si festeggia San Luca. Un’altra festa assai importante, nata nel 1926, e’ la Festa dell’Uva, che si tiene nell’ultima domenica del mese di settembre. Il borgo e’ famoso anche per la produzione del cotto: l’abilita’ di plasmare l’argilla in questa zona ha origini antiche. Le prime notizie certe su questa lavorazione risalgono al 1098, ma i numerosi reperti archeologici rinvenuti testimoniano che era gia’ fiorente al tempo degli Etruschi.