Fonte del Borbotto

Fonte del Borbotto

La Fonte del Borbotto si trova a 1205 m. s.l.m. alle pendici del Monte Falterona: costituisce una delle porte di ingresso al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Non siamo lontani da Castagno d’ Andrea, paese famoso per aver dato i natali al grande pittore Andrea del Castagno. Dall’area dove si trova la sorgente partono diversi sentieri, tra i quali i piu’ importanti sono quelli che conducono alla Sorgente dell’Arno e alla vetta del Monte Falterona.

La zona della Fonte del Borbotto

Da Castagno d’Andrea (quota 704) ci incamminiamo in salita lungo il sentiero Cai n. 16, che nel primo tratto si snoda sulla Strada Provinciale n. 99, detta del Castagno: giunti in localita’ La Casa (quota 848) abbandoniamo la SP e procediamo dritti sul sentiero 16. Durante il percorso, pero’, incroceremo e attraverseremo piu’ volte la Strada Provinciale. Arriviamo cosi’ alla Fonte del Borbotto (quota 1205, 1 h. e 30 minuti dalla partenza).

Roano alla Fonte del Borbotto

Fonte della Fata Morgana

La Fonte della Fata Morgana si trova nei pressi di Grassina, Comune di Bagno a Ripoli: e’ stata costruita fra il 1573 e il 1574 per volonta’ di Bernardo Vecchietti nel Parco della sua villa, alle pendici del monte Fattucchia. Un tempo all’interno della fonte si trovava la statua marmorea della Fata Morgana scolpita dal Giambologna, statua ora scomparsa: infatti, il Vecchietti, ricco e colto cittadino fiorentino, mecenate e amico d’artisti, ospito’ lo scultore fiammingo Jean de Boulogne, nome italianizzato in Giambologna, che lavoro’ anche nella sua residenza. L’edificio della fonte e’ stato eretto in finti mattoni rosa, colore che contrasta con la bianca pietra alberese posta ad ornamento di porte e finestre: si sviluppa a elle su un’area di dimensioni limitate. All’interno vi e’ una fontana costituita da una conca in pietra serena, sostenuta da un basamento grezzo: l’acqua che tracima dal catino in pietra, cade a cascata nella vasca esagonale sottostante, al cui centro si trova il basamento in mattoni che sosteneva la statua della Fata Morgana.