Badia a Passignano

Veduta panoramica 1

Posizionata sull’antica strada che unisce Tavarnelle Val di Pesa a Montefioralle, la Badia a Passignano e’ splendida da qualunque posizione si osservi: e’ un piccolo borgo ricco di storia, con una antica Badia Vallombrosana che ha l’onore di conservare il corpo di San Giovanni Gualberto, fondatore dell’Ordine dei Monaci vallombrosani e patrono del Corpo Forestale dello Stato. Nella chiesa di San Michele il presbiterio e’ decorato con affreschi eseguiti dal pittore Domenico Cresti, detto il Passignano, perche’ nato in una casa colonica sita nei pressi della badia. All’interno dell’abbazia, che e’ tornata in possesso dei monaci vallombrosani dopo ben centoventi anni (infatti era stata soppressa ai tempi dell’Unita’ d’Italia ed e’ stata da loro riacquistata da privati nel 1986) nella grande cucina dei monaci, si trova una pregevole opera: il Cenacolo, affresco eseguito dal Ghirlandaio.

Chiesa di San Michele
Veduta panoramica 2