Chiesa di Certomondo

A breve distanza dalla stele di Campaldino, che ricorda la battaglia del l’11 giugno 1289, in direzione di Ponte a Poppi, si trova l’antica Chiesa di Certomondo, intitolata ai Santi Annunziata e Giovanni Battista. La chiesa fu fondata da Guido Novello, conte di Poppi e Modigliana, a ricordo della vittoria ghibellina di Montaperti (1260): si presenta molto rimaneggiata ed e’ introdotta da un sagrato chiuso da un muro, nel quale si apre un grande portale a bugne lisce. Questa chiesa e’ molto nota perché subito dopo la battaglia vi venne sepolto il comandante delle milizie ghibelline, il vescovo di Arezzo Guglielmo Ubertini.

Campaldino

Stele posta a ricordo della Battaglia dell’11 giugno 1289

Il nome di Campaldino e’ legato a Dante Alighieri e alla battaglia che vi si combatté l’11 giugno 1289 fra fiorentini ed aretini, alla quale egli prese parte come feditore a cavallo nelle truppe di Firenze. Questa localita’ corrisponde alla zona pianeggiante che s’incontra prima di raggiungere Ponte a Poppi, provenendo dal Valico della Consuma oppure da Pratovecchio e Stia, e s’estende ai piedi del borgo di Poppi. Ad indicare il luogo della battaglia nel 1921 e’ stata posta una Stele, eretta su disegno d’Agenore Socini: in stile rinascimentale, porta sopra il capitello ionico una targa con gli stemmi dei comuni di Firenze ed Arezzo e reca incise sul piedistallo le seguenti iscrizioni
sul lato sinistro
Corridor vidi per la terra vostra  /  O aretin e vidi gir gualdane (Inferno, cap. XXII, vv .4 – 5)
sul lato destro
L’Esercito d’Italia / in Santa Croce di Firenze  / inchinava le gloriose bandiere / dinanzi all’effige del Divino Poeta / e qui nel campo funestato da guerre fraterne / simboleggiava in questa colonna / la forza della armi nazionali / per la tutela del diritto italiano
e sul retro
Secentenario Dantesco MCCCXXI – MCMXXI.

Chiesa di Certomondo
Altra immagine della stele posta ricordo della Battaglia dell’11 giugno 1289