Chiesa di Santa Croce a Vinci

La Chiesa di Santa Croce a Vinci sorse all’interno del perimetro murario del castello. Di origini romaniche, tra il XVIII e XIX secolo, fu trasformata con la costruzione del campanile e della tribuna al posto dell’abside. La chiesa attuale e’ stata costruita ex novo nel 1929 – 1935, al tempo del proposto Bonfanti. A destra del portale d’ingresso, é situata la cappellina del Battistero, che ospita l’antico fonte dove si ritiene sia stato battezzato Leonardo. L’interno della chiesa e’ a tre navate: la navata centrale e’ coperta da soffitto ligneo a cassettoni, mentre quelle laterali sono coperte a volta.

Pieve di San Giovanni Battista a Sant’Ansano in Greti

La Pieve di San Giovanni Battista a Sant’Ansano in Greti e’ stata costruita fra il X l’XI secolo: Leonardo da Vinci raffigura e indica nella carta RLW 12685 la localita’ di Santosano, dove si trovava la Pieve, la quale e’ sommariamente disegnata da Leonardo come un edificio isolato dotato di una torre campanaria. Facciamo notare che con Greti s’identificava tutto il crinale del Montalbano che degrada dal Pinone e Artimino fino alla riva dell’Arno: il toponimo greti stava ad indicare il territorio ghiaioso che contraddistingue quest’area. La chiesa mostra la facciata adorna di un grande rosone centrale e reca tracce del loggiato che fu distrutto durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e mai piu’ ricostruito. Anche il campanile fu abbattuto ed e’ stato ricostruito, ma non presenta piu’ le forme e le proporzioni originali.

Casa di Leonardo a Anchiano

La Casa di Leonardo si trova ad Anchiano, nel Comune di Vinci, a circa tre km. dal capoluogo comunale. Non e’ certo che il grande genio sia nato in questa abitazione il 15 aprile 1452, perché in realta’ sembra che questa abitazione sia entrata in possesso della famiglia di Leonardo solo nel 1483, su acquisto di Ser Piero, padre del grande scienziato. L’edificio fu donato nel 1950 al Comune di Vinci dal conte Rasini di Castelcampo, e fu restaurato una prima volta nel 1952, per il V Centenario della nascita di Leonardo. Negli ultimi tempi, dopo eccellente restauro, la casa e’ stata riaperta al pubblico nel giugno 2012: usufruendo delle moderne tecniche audiovisive e’ possibile rivedere le opere di Leonardo.