Ceserana

Rocca 1

Ceserana si trova sulla riva sinistra del fiume Serchio, in Garfagnana, nel Comune di Fosciandora: un tempo si trovava proprio sul confine fra il territorio estense e quello della Repubblica di Lucca. Le mura che ancora si vedono sono cio’ che resta dell’antica cinta eretta nel Quattrocento dagli Estensi: l’antica chiesa di S. Andrea conserva l’aspetto di pieve romanica ed il suo campanile si trova proprio sulla torre della cinta muraria. Il paese subi’ gravi danni durante la Seconda Guerra Mondiale perche’ proprio di qui passava la famosa Linea Gotica.

Chiesa di Sant’Andrea 1
Rocca 2
Chiesa di Sant’Andrea 2
Rocca 3
Chiesa di Sant’Andrea 1

Chiesa di San Leonardo al Castellaccio

˜

Sopra il paese di Aquilea, che si trova su un colle posizionato sulla riva orografica destra del fiume Serchio a dominare il Morianese, si trova il monte Castellaccio che trae il suo nome dalla presenza lungo le sue pendici di un importante castello, feudo dei vescovi di Lucca, del quale non resta piu’ traccia. In questa zona si trovano i resti di una chiesa ad unica navata con abside: la chiesa di San Leonardo al Castellaccio, oggi ridotta a rudere in seguito ai bombardamenti subiti nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Nei pressi della chiesa, infatti, si trovavano le postazioni della Linea Gotica: le truppe Alleate bombardarono queste postazioni per due giorni, ininterrottamente dal 22 al 24 settembre 1944, recando danni irreparabili all’antica chiesa.

˜
˜
˜
˜

Aquilea

Veduta panoramica

Aquilea e’ un borgo adagiato sulle colline del Morianese, sulla riva orografica destra del fiume Serchio: siamo nel Comune di Lucca, alle pendici del monte Castellaccio, cosi’ chiamato perché qui sorgeva un potente castello, feudo dei vescovi di Lucca, del quale non e’ rimasta piu’ traccia. Secondo le fonte storiche il toponimo sarebbe di origine romana, ricollegabile al nome proprio di Aquilius, o Aquilia. La chiesa parrocchiale, inaugurata nel 1948, ha sostituito quella antica di San Leonardo al Castellaccio, cosi’ chiamata perché si trova sulle pendici del monte omonimo, danneggiata irrimediabilmente dai bombardamenti alleati durante la Seconda Guerra Mondiale. Infatti, proprio sopra il paese passava la Linea Gotica e alcune postazioni di questa linea difensiva tedesca sono ancora visibili in loco.

Postazione della Linea Gotica