Buriano

Chiesa di San Michele Arcangelo 1

Buriano e’ una frazione del comune di Quarrata, situata sul versante orientale del Montalbano, immerso nella tipica campagna toscana, formata da oliveti e agglomerati di case coloniche, chiamati castelli. Va ricordato che a Buriano e’ nato il pittore Carlo Nannini, uno dei primi artisti futuristi toscani, che qui si rifugiava presso la zia per dedicarsi alla sua attivita’, altrimenti osteggiata dalla madre. La chiesa parrocchiale, intitolata a San Michele Arcangelo, e’ stata risistemata e valorizzata grazie all’infaticabile opera del vecchio parroco Don Henny Innocenti, che l’ha retta dal 1951 fino al 14 novembre 2008, giorno della sua morte. Oltre alla collocazione di una imponente statua dell’Arcangelo Michele, presso la chiesa e’ stata costruita una Via Crucis, le cui stazioni sono state dipinte da noti artisti contemporanei.

Statua di San Michele Arcangelo
Porta d’accesso al complesso religioso della Chiesa di San Michele Arcangelo
Chiesa di San Michele Arcangelo 2

Forrottoli

Oratorio di San Michele

Forrottoli e’ una frazione del Comune di Quarrata posizionata sui pendii orientali del Montalbano: vi si trova il piccolo oratorio di San Michele, costruito nel 1731 e dipendente dalla Pieve di San Giovanni di Montemagno. La zona e’ ricca di sorgenti: le piu’ importanti si trovano poco sopra la borgata di Gironi e sono state captate dal Comune di Lamporecchio. Forrottoli e’ stata famosa in passato perche’ qui si potevano incontrare i piu’ bravi scalpellini del Pistoiese: infatti, sopra il paese si trovavano numerose cave dove si estraevano pietre dalle rocce dell’Arenaria Macigno.

 

Località Spazzoli
Località Spiridione

Lucciano

Chiesa di S. Stefano

Lucciano e’ una frazione del comune di Quarrata situata sulle pendici del Montalbano, circondata da una bellissima campagna coltivata a vigne e olivi. Lucciano, gia’ prima de Mille, fu sede di un fortilizio dei conti Cadolingi di Fucecchio. Nel XII secolo fece parte dei possedimenti dei Vescovi di Pistoia e successivamente passo’ ai Panciatichi, che ne fecero una roccaforte. Nel 1268 il ghibellino Astancollo Panciatichi assali’ e distrusse il castello di Lucciano: da allora il castello non fu piu’ nominato. Nei pressi di Lucciano si trova la Villa Fattoria dei Conti Spalletti, nobile famiglia originaria del Canton Ticino: gli Spalletti acquistarono la Fattoria di Lucciano nel 1889. Nel 1897 la Contessa Gabriella Rasponi Spalletti creo’ una scuola per insegnare alle donne della zona il lavoro del Filet: nel 1904 erano circa quattrocento le donne impegnate in questa attivita’.

Altra immagine della Chiesa di S. Stefano
Ancora la Chiesa di S. Stefano
Fattoria Spalletti