Marliana

Chiesa di San Niccolò

Marliana si trova nell’Appennino pistoiese, sulla parte preminente di uno sprone del monte Serra, arroccata in forma pressoché triangolare, con le case digradanti dal punto piu’ alto, dove si trova la pieve di San Niccolao, verso levante, in direzione della strada che conduce a Casore del Monte. Poco e’ rimasto delle sue antiche vestigia: resti del muro di cinta e la porta che s’apre in direzione di Montecatini. Nella parte alta del paese, dove sorgeva la rocca, si trovano il Palazzo Comunale, recentemente restaurato e ristrutturato, e la Pieve di San Niccolao, menzionata fin dal 1319, quando e’ citata come chiesa dipendente dalla pievania di Sant’Andrea in Furfalo. Fu eretta in parrocchia all’inizio del XVI secolo ed in pieve nel 1593.

Palazzo Comunale

Oratorio del Crociato a Campore

Oratorio del Crociato 1

Campore e’ un piccolo borgo situato a sud di Casore del Monte, nel Comune di Marliana: e’ composto di due piccoli nuclei poco distanti tra loro. Si trova lungo un’antica strada transappenninica che dal fondovalle del torrente Nievole portava a Casore del Monte e da qui agli alti valichi dell’Appennino. Il nome Campore deriva da campora, plurale latino di campus, cioe’ pianoro coltivato. La chiesa che si trova in questo piccolo borgo e’ in realta’ un oratorio campestre di piccole dimensioni in cui si celebrano messe solo saltuariamente: e’ intitolato a Santa Maria delle Grazie, ma e’ nota come Oratorio del Crociato. La tradizione, convalidata anche da due lapidi all’interno dell’edificio, narra che nel 1098 un certo Oliviero Francescani avrebbe fatto costruire il primitivo oratorio al ritorno dalla Prima Crociata per aver ricevuto dalla Madonna la grazie di tornare sano e salvo dalla guerra. In segno di devozione deposito’ nell’oratorio l’immagine miracolosa della Madonna col Bambino che aveva preso a Corfu’.

Oratorio del Crociato 2

Santuario della Madonna del Buonconsiglio

Ponte Buggianese e’ un borgo della Valdinievole, situato a breve distanza dal Padule di Fucecchio. In paese si trova la chiesa di San Michele Arcangelo che ha assunto recentemente la denominazione di Santuario della Madonna del Buon Consiglio in quanto conserva l’immagine devozionale della Madonna del Buonconsiglio risalente al XVIII secolo. Originariamente era un piccolo oratorio costruito nei primi anni del 1500 nei pressi del torrente Pescia.$p01 Il maggior motivo d’interesse del Santuario e’ dato dal ciclo di affreschi dipinti, a partire dal 1967, dal famoso pittore Pietro Annigoni e dai suoi allievi. Il ciclo ne ha cambiato radicalmente l’aspetto e, per la sua importanza, ha portato nel 1978 al riconoscimento della chiesa come edificio sacro monumentale di notevole interesse artistico, da parte del Ministero dei Beni Culturali. Temi biblici ed evangelici si succedono nei vari dipinti: I Profeti Isaia e Geremia, la Deposizione e Resurrezione di Cristo, L’ultima cena, I quattro cavalieri dell’Apocalisse, la Piscina Probatica, la Resurrezione di Lazzaro, Gesu’ nell’orto del Getsemani, la Pentecoste ed altri.