Via Ferrata del Monte Contrario

La Via Ferrata

La Ferrata del monte Contrario e’ una via attrezzata che dalla Valle degli Alberghi conduce alla Forbice, sopra il Passo delle Pecore: Il nome Ferrata del Contrario, che le viene dato, non e’ esatto, perché la ferrata non arriva affatto sul Contrario. La via e’ stata attrezzata nell’anno 2002 ed bella e suggestiva: l’unico inconveniente e’ che occorre diverso tempo e una notevole fatica per giungere all’attacco, che e’ posto nella zona piu’ alta della Valle degli Alberghi. La ferrata, che inizia a circa 1000 metri di quota, termina a quota 1645. A poca distanza dal termine della via attrezzata sorge il nuovo Rifugio Donegani. Per cio’ che concerne la via di ritorno non tutti sono concordi sul percorso da fare: c’e’ chi e’ tornato a Biforco per il sentiero dei Pradacetti, ma questo sentiero e’ assai pericoloso, con una pendenza impressionante e nemmeno un tratto di corda che aiuti nella discesa. Ritengo che la migliore soluzione sia quella di tornare al punto di attacco della ferrata riscendendo per la ferrata stessa: occorrera’ un po’ piu’ di tempo, ma stare attaccati al cavo credo che dia piu’ sicurezza e tranquillita’. Coloro che sono esperti nello scendere in corda doppia credo che impiegheranno anche un tempo relativamente breve.

Roberto 2
Aldo 2
Roberto 1
Aldo 1

Groppi di Camporaghena

Groppi di Camporaghena

Questo itinerario ha inizio dal Passo del Cerreto (1253 m. s.l.m.), valico che mette in comunicazione la Lunigiana (Toscana) con il Reggiano (Emilia – Romagna): l’escursione per i Groppi di Camporaghena richiede un tempo di circa 7 ore ed e’ consigliata solo agli escursionisti esperti, sia per l’impegno fisico che per i tratti attrezzati ed esposti. Durante il percorso si transita dal Passo dell’Ospedalaccio, proprio sull’attuale confine tra la Toscana e l’Emilia; qui si trova un reperto storico di grandissima importanza, un cippo del periodo napoleonico che segnava il confine tra impero francese (Toscana e Liguria) e Regno d’Italia (Repubblica Cispadana). Tale reperto era stato abbattuto ed e’ rimasto nascosto per anni nel bosco: vi e’ incisa la dicitura Empire Francois).

Cippo dell’Impero Francese al Passo dell’Ospedalaccio

Via Ferrata del Pratomagno

Aldo sulla ferrata 1

Sul Pratomagno si trova una Via Ferrata: la partenza di questa via attrezzata avviene a quota 1120, alla base del Monte Lori. E’ stata realizzata nel 1992 dal CAI d’Arezzo: per le sue caratteristiche e’ adatta sia ai principianti che agli esperti, in quanto ci sono tratti facili e tratti difficili, ma i tratti ostici si possono anche aggirare lateralmente per continuare, poi, l’ascesa. Infatti, la via ferrata non e’ ininterrotta, ma e’ composta da diversi gradoni da scalare, intervallati da tratti di normale pendenza, percorribili tranquillamente: l’ideale per chi voglia provare per la prima volta l’ebbrezza della via attrezzata.

Aldo in cima alla ferrata
Aldo sulla ferrata 3
Aldo sulla ferrata 2