Olivone di Semproniano

L’Olivone di Semproniano ora

L’Olivone di Semproniano si trova in localita’ Fibbianello: era famoso per la circonferenza del fusto (5,50 metri), per l’eta’ (stimata sui 2.000 anni), ma, soprattutto per la sua altezza (24 metri), che lo portava ad essere l’olivo piu’ alto d’Italia. Era, perche’ tutto questo e’ stato cancellato nella notte tra il 10 e l’11 maggio 1998, quando qualcuno ha provocato l’incendio della pianta, versando benzina o cherosene nella parte interna del tronco ed incendiando la pianta alle radici. Per fortuna l’incendio non ha causato la morte della pianta che, notevolmente ridotta in altezza, ha prodotto nuovi polloni dalle radici.

L’Olivone di Semproniano com’era fino al 1998

Semproniano

Veduta panoramica

Semproniano e’ il borgo situato piu’ a sud di tutto il comprensorio del monte Amiata: fino a tutto il secolo XIX era conosciuto con il toponimo di Samprugnano. Il centro storico, ancora molto ben conservato, si sviluppa attorno ai resti della Rocca Aldobrandesca, con strade strette e tortuose. Sulla parte piu’ alta del paese si trova anche la chiesa di Santa Croce, citata in una bolla di papa Clemente III gia’ nel 1188, che conserva un Crocifisso veneratissimo, festeggiato con grande solennita’ ogni venticinque anni. Discretamente conservata e’ la cinta muraria: la chiesa parrocchiale e’ dedicata ai Santi Vincenzo e Anastasio.

Triana

Il castello di Triana e’ posto su di uno sperone di roccia, tra il Fosso del Poderone e quello della Chiesaccia, 3 km. ad est di Roccalbegna, a 762 m. s.l.m.. Se ne hanno notizie sin dal 776 nei documenti dell’Abbazia di San Salvatore al monte Amiata: fu eretto dagli Aldobrandeschi, per passare nel 1388 alla casata Piccolomini di Siena. In rovina nel ‘500, fu restaurato quale centro della Fattoria di Triana. Con la riforma comunitativa del 1783 Triana fu aggregata alla Nuova Comunita’ di Roccalbegna. Dal 1962 fa parte del patrimonio amministrativo della Societa’ di Esecutori di Pie Disposizioni di Siena: e’ chiuso al pubblico e versa in stato di semi abbandono.