Mulazzo

Torre e Monumento a Dante

Mulazzo e’ un antico borgo della Lunigiana noto per avere dato ospitalita’ a Dante Alighieri durante il suo esilio e per essere la patria riconosciuta dei librai e bancarellai. Il toponimo sembra derivi da Mulatius, antico possidente romano, che sarebbe stato il fondatore del castrum destinato al controllo della via di comunicazione con l’Italia settentrionale. A Mulazzo dell’antico castello, prima residenza fortificata in Lunigiana della famiglia Malaspina, non resta molto, se si eccettua la torre che sorge sulla sommita’ del colle: nota come Torre di Dante, e’ uno dei resti antichi piu’ affascinanti di tutta la Lunigiana, anche perche’ ricorda la presenza a Mulazzo del Sommo Poeta che, durante il suo esilio da Firenze, qui venne ospitato nel 1306 dal marchese Franceschino Malaspina. Mulazzo e’ nota anche per essere la patria dei librai: soprattutto dalla frazione di Montereggio gia’ dal XV secolo gli uomini partivano dal paese per il nord d’Italia con le gerle piene di lunari, almanacchi, quaderni, piccole pubblicazioni. Con il passare del tempo da ambulanti divennero bancarellai: successivamente grossisti e alcuni fecero fortuna come editori, come i Maucci, i Tarantola, i Rinfreschi, i Ghelfi, i Giovannacci, i Fogola. Nel 1952 a Montereggio inventano il Premio Bancarella, destinato a premiare il libro piu’ venduto in tutte le bancarelle di libri d’Italia: dopo poco la sede di questo premio prestigioso e’ stata trasferita a Pontremoli, dove nel 2012 e’ stata tenuta la 60′ edizione.

Torre di Dante
Porta di accesso
Archi dell’acquedotto