Scansano

Porta Grossetana

Scansano e’ un grosso borgo della Maremma: il territorio comunale, che si estende a quote collinari medio – basse, fu abitato fino dall’epoca preistorica e poi dagli Etruschi e dai Romani. La cittadina conobbe il suo massimo splendore fra la fine del Settecento e la fine dell’Ottocento, quando divenne meta privilegiata della popolazione grossetana grazie alla cosi’ detta Estatatura, pratica che consisteva nel trasferire sulla salutare altura di Scansano gli uffici amministrativo di Grosseto nei mesi piu’ caldi dell’anno, quando nel capoluogo l’aria diventava irrespirabile per via dei miasmi che emanavano dalle paludi e aumentava il rischio della malaria. In quei mesi Scansano diventava di fatto il capoluogo della Maremma, cosa che genero’ la realizzazione di una serie di servizi cittadini che portarono benessere e lavoro. Negli ultimi anni il nome di questo borgo e’ salito alla ribalta per la produzione del famoso vino “Morellino di Scansano”.

Fiesole

Terme Romane e campanile del Duomo

Situata a 294 m. s.l.m. Fiesole e’ una citta’ che affascina, sia per il panorama che si gode dai colli sui quali e’ adagiata, sia per le bellezze storiche e artistiche di cui e’ ricca. Di origine etrusca, conobbe grande sviluppo con i romani, che la chiamavano Faesulae“: citta’ tanto ricca da avere teatro, templi, terme, foro. L’Area Archeologica costituisce uno dei gioielli di Fiesole, con il teatro e le terme romane e i resti del tempio etrusco – romano. Tra gli edifici di rilevante importanza che si trovano a Fiesole annotiamo la Cattedrale (di cui e’ titolare San Romolo), l’antica chiesa di Santa Maria in Primerana, il Palazzo Pretorio, il Seminario, il Palazzo Vescovile, la chiesa e il convento di San Francesco, la basilica di S. Alessandro, la chiesa e il convento di San Domenico, la Badia Fiesolana: molti dei quali si affacciano sulla piazza Mino da Fiesole, centro nevralgico della citta’. Segnaliamo che da Fiesole si hanno vedute incomparabili sulla sottostante Firenze: veramente uno spettacolo per gli occhi.

Teatro Romano
Badia Fiesolana
Chiesa di San Francesco

Sestino

Palazzo Comunale

Sestino (490 m. s.l.m.) e’ uno dei piu’ piccoli comuni della Toscana ed e’ incuneato fra Toscana, Romagna e Marche. Si trova nell’alto bacino del Foglia. Abitato fino dal neolitico, nodo geografico tra Umbri, Etruschi e Galli Senoni, Sestino ha conosciuto la sua massima fortuna in epoca romana fregiandosi del titolo di Municipium. Nel suo Museo, Antiquarium, raccoglie numerosi e importanti materiali archeologici dell’antico municipio romano, provenienti da donazioni e interventi di scavo sul territorio. Il primo nucleo fu costituito negli anni Trenta, nell’area dell’antico Foro adiacente la pieve romanica di San Pancrazio.

Museo: Statua di Venere