Campagnatico

Pieve di San Giovanni Battista

Antico borgo della Maremma, Campagnatico conserva ancora la Fortezza e parte delle mura fatte costruire dagli Aldobrandeschi fra il XII e il XIII secolo. Della dinastia aldobrandesca faceva anche Omberto, signore di Campagnatico, citato da Dante nella Divina Commedia fra i peccatori in superbia. L’edificio religioso piu’ importante e’ la Pieve di San Giovanni Battista, edificata nella seconda meta’ del Duecento: a breve distanza dal paese si trova la Pieve Vecchia, costruita nel Mille utilizzando la cisterna di un’antica villa romana. Nel territorio comunale si trovano le Colonne della Sabatina, dove si rifugio’ Guido da Montfort per sfuggire alla cattura (anche questo episodio e’ citato da Dante nella Divina Commedia).

Montecarlo

Fortezza

Situato a 163 m. s.l.m., su uno dei rilievi collinari che separano la piana di Lucca dalla Valdinievole, Montecarlo e’ borgo d’antica origine che vanta monumenti di rilevante importanza come la Pieve di San Piero in Campo e la Parrocchiale di Sant’Andrea, al cui interno si venera l’affresco della Madonna del Soccorso (ritenuta la patrona del borgo dagli abitanti), e il cui alto campanile e’ visibile da grande distanza. Gia’ nel X secolo la collina dove fu fondata Montecarlo godeva di grande importanza strategica perché la sua posizione permetteva di dominare il passaggio dalla strozzatura che c’era fra il lago di Bientina e il padule di Fucecchio sull’importante Via Francigena. Il borgo di Montecarlo fu rifondato nel 1333 dai lucchesi, che gli dettero questo nome in onore di Carlo di Boemia, nipote dell’imperatore Arrigo VII, per gli aiuti ricevuti da Lucca nella guerra contro Firenze: fino ad allora il paese si chiamava Vivinaia. La zona che circonda il borgo e’ ricca d’oliveti e vigneti; il vino di Montecarlo e’ molto noto: il 13 agosto 1969 e’ stata riconosciuta la denominazione d’origine controllata al vino Montecarlo Bianco, mentre il 1 ottobre 1985 e’ avvenuto il riconoscimento della denominazione d’origine controllata al Montecarlo Rosso.

Duomo

Rocca di Tentennano

Rocca di Tentennano 1

La Rocca di Tentennano si trova in Val d’Orcia: sorge su uno sperone roccioso che domina il paese di Rocca d’Orcia e tutta la valle. Basta uno sguardo per giustificare i motivi che hanno portato alla costruzione di questa imponente fortificazione: dal grande scoglio calcareo sul quale sorge si domina tutta la Val d’Orcia e la sottostante Via Cassa, sulla quale transitava l’importante Via Francigena, la strada medioevale che dalla Francia portava i pellegrini fino a Roma; dall’alto di una posizione pressoché inespugnabile si potevano cosi’ controllare tutti i movimenti.

La Val d’Orcia dalla Rocca di Tentennano
Rocca di Tentennano e Rocca d’Orcia
Rocca di Tentennano 2