Pieve di San Giovanni Battista a Morba

I ruderi dell’antichissima Pieve di San Giovanni Battista a Morba sono inglobati in una vecchia casa colonica situata a breve distanza dalla Strada Regionale 439 (Sarzanese – Valdera): siamo nei pressi di Larderello. La chiesa e’ citata per la prima volta nell’anno 971, ma ormai da secoli e’ abbandonata e sconsacrata: attualmente rimane visibile solamente l’abside, ma s’intuisce ancora la forma originaria.

Pomarance

Veduta panoramica

Pomarance e’ un antico borgo della Val di Cecina, divenuto famoso nel XIX secolo per lo sfruttamento dei soffioni boraciferi di Montecerboli per la produzione di acido borico grazie all’intuizione del francese De Larderel, a cui e’ dedicata la piazza principale. Situato su un colle a 373 m. s.l.m., domina la vasta vallata segnata dal fiume Cecina e dai suoi affluenti. Tre sono i pittori nati a Pomarance e che si fregiano del soprannome di Pomarancio: Niccolo’ Circignani (1520 – 1597), suo figlio Antonio Circignani (1570 – 1630) e, piu’ famoso di tutti, Cristoforo Roncalli (1553 – 1626). Garibaldi transito’ per Pomarance il 27 agosto 1849, durante la sua famosa fuga per sfuggire agli Austriaci: fece una sosta alla locanda della Burraia, per poi andare alla Croce di Bulera e quindi a San Dalmazio, ospite segreto per quattro giorni del Dottore Camillo Serafini.

Rocca di Pietracassia

La Rocca di Pietracassia si trova in Valdera, nel Comune di Lajatico, e domina la strada che, risalendo il torrente Sterza, collega la Valdera con la Valdicecina, strada conosciuta anche al tempo degli Etruschi che se ne servivano per trasportare il rame estratto nelle miniere di Miemo. Citata per la prima volta nel 1028, e’ collocata sopra un masso calcareo a 532 m. s.l.m., su un strapiombo di ottanta metri, la Rocca domina tutta la zona: sorta in una zona selvaggia e scarsamente popolata, era collegata al sistema difensivo dei presidi della Repubblica Pisana. Articolata su un semicerchio che segue la forma della roccia su cui e’ stata costruita, e’ formata dal mastio (la parte piu’ antica) e dalla rocca, costruita in epoca successiva. Alla rocca si accede tramite una bella porta ad arco a sesto acuto, raggiungibile tramite alcuni scalini scavati nella roccia.